Product Owner

Principi fondamentali di Scrum - Modulo 7

Il Product Owner ha la responsabilità di massimizzare il valore del prodotto. Ciò vuol dire, sempre pensando al lean thinking, ottimizzare il lavoro non fatto. Eliminare tutto il superfluo, per raggiungere l’obiettivo il più rapidamente possibile.

Il Product Owner è il proprietario del prodotto, per trarre un massimo beneficio da Scrum, deve avere tutta l’autorità e la legittimità per prendere qualsiasi decisione al riguardo del prodotto.

Product Owner – Responsabilità

È molto importante capire quali sono le responsabilità del Product Owner in uno Scrum Team. Per farlo, si possono usare i valori Scrum.

Product Owner. Creare prodotti complessi - l'esempio SpaceX
  • Impegno: il Product Owner si impegna a massimizzare il valore del prodotto, ad eliminare tutto il superfluo. Ad avere una strategia, che non sia quella di soddisfare il cliente che grida più forte, o un manager. Bensì gli utilizzatori del prodotto.
  • Focus: il Product Owner deve rimanere concentrato sul prodotto, capire come sta performando, collaborare con gli stakeholders per capire quali sono i loro problemi. Analizzare il mercato, i concorrenti, per poter stare sempre davanti a loro.
  • Apertura: significa accettare le idee altrui, esperimenti che non si sarebbero altrimenti fatti. Ammettere che l’idea di un’altra persona merita di essere sperimentata.
  • Rispetto: di Scrum, delle responsabilità degli altri, dell’empirismo, delle altre persone come professionisti capaci di fornire soluzioni.
  • Coraggio: dimostrato attraverso scelte audaci, esperimenti che arrivano rapidamente all’utente per imparare e capire se la direzione intrapresa è quella giusta. Coraggio di dire no ad una persona importante, perché la sua idea non è compatibile con l’obiettivo sul quale si sta lavorando

Forse, anche in questa sezione, si può apprezzare la complessità del cambiamento di paradigma.

Per questa ragione, le formazioni che proponiamo aiutano a raggiungere più velocemente una padronanza delle responsabilità e, di conseguenza, trarre più rapidamente i benefici di Scrum.